San Cesareo de Appia e la Casina del Cardinal Bessarione

Un’apertura straordinaria e un’autorizzazione dei beni culturali ci porteranno a scoprire due gemme poco conosciute del Celio. La Chiesa di San Cesareo de Appia dalle origini antichissime (VIII secolo), costruita su resti di strutture romane preesistenti e poi riedificata alla fine del XVI sec. e, in seguito, lungo lo splendido tratto urbano dell’Appia Antica, molto vicino alla Chiesa, scopriremo la deliziosa Casina del cardinale Bessarione, considerata la più antica villa romana del Rinascimento. Una passeggiata nei dintorni di questi due gioielli inattesi ci farà conoscere anche il luogo dove San Pietro, in fuga dal carcere Mamertino, perse una benda poco prima di incontrare Gesù e di chiedergli ‘Domine quo vadis’ e dove il nostro amato Alberto Sordi aveva la sua villa.

★ QUANDO E DOVE:
Il 10 Marzo alle 15:20 davanti alla Chiesa di San Cesareo de Appia, in via di Porta San Sebastiano, 6. La visita guidata inizierà alle 15:30.

★ COME ARRIVARE:
Metro B, fermata Circo Massimo, 15 minuti a piedi (1 km) o bus 118.
Autobus 118, fermata Porta S. Sebastiano/Numa Pompilio, 628 fermata Terme Caracalla/camene e 4 minuti a piedi

★ DURATA&GUIDA:
La visita durerà 2 ore e sarà guidata da Ilaria Pastorelli

★ CONTRIBUTI DELLA VISITA GUIDATA:
8€ soci
11€ non soci
gratuita per i minorenni
Ingresso gratuito
1,5€ radioguida (nel caso il gruppo superi il numero di 10)

★ PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA FINO A ESAURIMENTO POSTI (MAX 15).

Entro IL 9 MARZO invia un sms/Whatsapp al numero 3475010807, una e-mail a info@romaracconta.org, oppure compilando il modulo in fondo, indicando nome, cognome ed eventuali accompagnatori (maggiorenni e minorenni).

La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma e per essere avvisati nell’eventualità di annullamento o modifica di orario.

L’Associazione RomaRacconta confermerà la visita guidata il giorno prima dell’evento, o l’eventuale cancellazione nel caso non fosse stato raggiunto il numero minimo di partecipanti.

★ SI PREGA DI AVVISARE IL PRIMA POSSIBILE IN CASO DI ASSENZA